di Paola Setteducati

Gargano o Isole Croate? Svelato ciò che i baresi hanno ammirato la sera del 23 giugno
BARI - Lo scorso 23 giugno chi si trovava al tramonto sul lungomare di Bari ha avuto una visione spettacolare: quella del profilo di alcune isole o montagne che si stagliavano all’orizzonte. Noi da Torre Quetta siamo riusciti a girare un video dell’inconsueto panorama: un filmato che ha diviso i nostri lettori. C’è chi infatti ha affermato con risolutezza che le immagini mostravano lo “skyline” del Promontorio del Gargano e chi al contrario asseriva che si trattava invece delle isole croate dell’Adriatico meridionale.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Per svelare il mistero ci siamo così rivolti a Renzo Lerario, meteorologo barese con 25 anni di servizio alle spalle. È stata anche l’occasione per parlare di ciò che è possibile ammirare effettivamente dalla costa barese.

Allora, ciò che si vede nel video sono le isole Croate o il Gargano?

Si tratta certamente del Gargano, promontorio posto a 800-1000 metri sopra il livello del mare e molto più vicino rispetto alla Croazia. La certezza ci giunge dall'angolatura del filmato, orientato verso il molo Sant’Antonio in direzione nord-ovest rispetto al punto di osservazione.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ma nelle immagini si scorgono numerose terre emerse…

Sì, sembra un arcipelago piuttosto che una penisola. Ma questo deriva dalla lontananza, dall'altitudine e dalla curvatura terrestre. Il Gargano dista infatti da Torre Quetta circa 100 km in linea d'aria e lo si osserva ad altezza uomo, sulla costa. Questo non ci permette di avere una visuale completa, impedendoci di ammirare il promontorio dalla sua base. L'effetto creato dalla curvatura terrestre poi ce lo restituisce frammentato, come se si trattasse di tante isole circondate dal mare.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


È quindi impossibile vedere la Croazia da Bari?

Per quanto distanti quasi 200 km è possibile scorgere le isole più a meridione, come Lagosta, che raggiunge tra l’altro i 400 metri di altezza. In questo caso bisogna porre lo sguardo in direzione nord. Chiaro, ci vogliono delle condizioni meteo ideali, quali un livello di umidità molto basso e la presenza di venti provenienti da nord, come la Tramontana o il Maestrale, che “ripuliscono” l'aria consentendo una visibilità più a lungo raggio e nitida. Se si è fortunati si potrebbero anche scorgere le Alpi Dinariche, che si trovano sulla terraferma croata.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Qualcuno afferma di aver ammirato dalla costa anche le montagne albanesi…

Non dice il falso. Si tratta di catene montuose che si ergono fino a oltre 2000 metri di altezza: guardando in direzione Est è possibile scorgere le loro cime, sempre chiaramente in presenza di condizioni meteo molto particolari. Tra l’altro non escludo che nelle giornate migliori si possano riconoscere le alture del Montenegro. Ci riferiamo però sempre alla parte più alta delle terre emerse: a causa della loro distanza e dell'altitudine molto prossima al livello del mare del nostro punto di osservazione sarebbe infatti impossibile riuscire a vederle nella loro interezza.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Nel video (di Gianni de Bartolo) la visione del Gargano dalla costa barese (23 giugno 2018):


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Paola Setteducati
Scritto da
giovedì 5 luglio 2018
Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved