di Silvia Giorgi

Bari, tra due palazzi di piazza Umberto c'è un ''buco'': «Un orrore, è lì da 40 anni»
BARI – «E’ da 40 anni che c’è quel “buco” tra i palazzi. Ogni tanto il Comune mette delle transenne, aggiunge  dei puntelli, ma la situazione rimane sempre la stessa». A parlare è Lorenzo Scarcelli, presidente del “Comitato piazza Umberto”, che da anni denuncia il degrado in cui versa il più grande giardino di Bari.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il “buco” a cui si riferisce l’attivista è quello presente tra due edifici situati quasi ad angolo tra piazza Umberto e via Davanzati. Qui infatti permane da decenni una strana situazione: un palazzo abbattuto (mai sostituito da una nuova struttura) ha creato uno spazio perennemente puntellato da sostegni in ferro. (Vedi foto galleria)

Un panorama da “dopoguerra” in pieno centro di Bari. «Il che è assurdo – denuncia il 50enne Michele, residente in zona -. Piazza Umberto è il biglietto da visita della città: chi si reca nel murattiano venendo dalla stazione è obbligato a passare da qui e con quell’orrore Bari non ci fa una bella figura. Si parla tanto di riqualificare le periferie: giusto, ma non bisogna dimenticarsi del fulcro della città».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Una foto d’epoca affissa nel vicino tabaccaio mostra quel lato della piazza prima degli abbattimenti degli anni 70. Si vedono tre antichi edifici uno accanto all’altro. Il primo, all'incrocio con via Davanzati, è ancora esistente e oggi ospita al piano terra il botteghino del Teatroteam. Il terzo non c’è più ma è stato sostituto da un “grattacielo” di color grigio e rosa. E tra i due si distingue un’altra palazzina più stretta, quella che una volta abbattuta ha lasciato il “buco” di cui stiamo parlando.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In realtà qualcosa della struttura è rimasta: un basso e fatiscente muretto in pietra che include una porta arrugginita che dà sulla strada, probabilmente usata dagli operai che di tanto in tanto vanno a inserire i puntelli tra i muri portanti per evidenti ragioni di sicurezza.  

«Da quello che so – ci confida il giornalista Miki de Ruvo - quell’area ha persino un proprietario: appartiene a un famoso imprenditore della città. Probabilmente non la restaura in attesa di farci un affare che però non arriva da troppi anni».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica di Antonio Caradonna)

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da
giovedì 5 aprile 2018
Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved