di Giusy Rubino

Guida Michelin: ecco le località di mare più belle d'Italia. La Puglia? Esclusa
Spiagge, montagne, parchi, siti archeologici, chiese, palazzi, musei. L’Italia, si sa, è il più bel Paese del mondo: un concentrato di grande arte e splendida natura che nessun'altra nazione sulla Terra può vantare. Ma tra i migliaia di posti che andrebbero visitati, quali sono quelli da cui non si può prescindere?

A questa domanda ha tentato di rispondere la Michelin, che consiglia ai viaggiatori i luoghi da vedere almeno una volta nella vita, classificandoli con le celebri “stelle”. La "guida verde" ha segnalato 2332 luoghi in Italia, di cui 588 “interessanti” (1 stella), 568 “raccomandati” (2 stelle) e 213 “altamente raccomandati” (3 stelle).

Spinti dalla curiosità siamo quindi andati a spulciare la pubblicazione e abbiamo elencato i siti da “3 stelle”, suddividendoli in 6 categorie: mare, montagna, chiese, palazzi, siti archeologici, musei.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Partiamo dalle più belle località di mare (vedi anche foto galleria), situate tutte tra Liguria, Campania, Sardegna e Sicilia (con buona pace di Calabria e Puglia).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

MARE (SPIAGGE, ISOLE, GROTTE E PANORAMI)

Liguria

Promontorio di Portofino – La costa alta e frastagliata di questo piccolo porto della riviera ligure è solcata da sentieri che aprono scenari su ville, giardini e sul golfo del Tigullio. Immancabile è la passeggiata al faro immerso in una riserva naturale.

Campania

Golfo di Napoli – L'insenatura su cui si affaccia il capoluogo campano offre un suggestivo panorama dominato dal Vesuvio e dalle isole di Capri e Ischia. Caratterizzano il golfo la costa ricca di grotte e le antiche ville a ridosso del mare. 

Costiera Amalfitana – Racchiuso tra Vietri sul Mare e Positano è considerato il tratto di costa più bello d'Italia, che si distingue per le acque limpide e una folta vegetazione che circonda antiche ville e pittoreschi porticcioli.  Prende il suo nome dalla città di Amalfi, principale nucleo del litorale.

Isola di Capri – Situata di fronte alla Costiera Amalfitana, questa celeberrima isola affascinò già in epoca romana gli imperatori Augusto e Tiberio grazie al suo clima mite, la sua rigogliosa vegetazione, i particolari faraglioni e gli incredibili scenari a strapiombo sul mare. La sua cima più alta, il Monte Solaro (che la guida valuta a parte con 3 stelle) con i suoi 589 metri offre un apprezzato panorama sul Golfo di Napoli.

Sardegna

Isola di Caprera – L’isola è considerata la più bella dell’arcipelago della Maddalena a nord-est della Sardegna. E’ praticamente disabitata (se si eccettua l’attività di alcuni pastori per pochi mesi all’anno) ed è segnata da alte scogliere a picco sul Tirreno. E’ anche conosciuta per essere stata la dimora di Giuseppe Garibaldi negli ultimi suoi anni di via. 

Grotte del Bue Marino – Situate nel territorio del comune di Dorgali (Nuoro) nella costa orientale della Sardegna, queste grotte marine lunghe 15 chilometri permettono la visione di stalattiti e stalagmiti che si specchiano nelle acqua di un lago sotterraneo salato. Il loro nome deriva dall'appellativo sardo della foca monaca, che un tempo viveva su questa costa.


Spiaggia di Punta Molentis – Posizionata sull'estrema punta a sud-est della Sardegna, questa spiaggia offre paesaggi “caraibici” con le sue acque cristalline e la variegata fauna marina.

Spiaggia di Tuerredda – L’arenile si trova in una insenatura tra capo Malfatano e capo Spartivento, nella parte meridionale della Sardegna. Ben riparata dal vento maestrale permette bagni di sole e di mare in una cornice da sogno.

Nido dei Passeri – Ci spostiamo sull’isola di Sant’Antioco, posta di fronte alla costa occidentale della Sardegna per trovare questa lunga scogliera a picco sul mare, ideale per la pesca subacquea. Il luogo è così chiamato per il soprannome dato dagli abitanti alle barriere coralline che spuntano dall'acqua colonizzate dagli uccelli.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Dune di Piscinas – Più che il mare qui a dominare è la sabbia dorata raccolta in dune estese per oltre cinque chilometri. Il sito fa parte della riserva naturale del Monte Arcuentu e Rio Piscinas.

Punta Is Arutas Al centro della costa occidentale della Sardegna si trova una spiaggia molto particolare, visto che il suo arenile è ricoperto da grani di quarzo bianchi, rosa e verde pallido: uno spettacolo unico.  

Grotte di Nettuno – Nell’estremo punto occidentale della Sardegna, ci sono delle grotte che è possibile visitare solo se il mare lo permette, a causa del loro difficile accesso. Lunghe quattro chilometri, incontrano laghi salati e “sale” con monumentali formazioni calcaree.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Spiaggia della Pelosa di Stintino Una delle spiagge più note di tutta la Sardegna, situata all’estremità a nord-ovest dell’isola. E’ famosa per la sabbia bianchissima e l’acqua cristallina circondate da macchia mediterranea. Prende il suo nome dall'isolotto della Pelosa, raggiungibile a piedi attraversando una vicina caletta.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Sicilia

Isole Eolie – L'arcipelago a nord-est della costa siciliana conta sette isole che si caratterizzano per il mare blu e l’incredibile scenario di due vulcani ancora attivi: Vulcano e Stromboli (valutati entrambi a parte con le 3 stelle).  Il primo offre uno straordinario panorama sull’arcipelago, il secondo è particolarmente apprezzato per le sue incandescenti e spettacolari eruzioni.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Baia dell'Isola dei Conigli – Appartenente all’arcipelago delle Pelagie, l’Isola dei Conigli è separata da Lampedusa da uno strettissimo braccio di mare e rappresenta una riserva naturale fortemente protetta. Accoglie una spiaggia dalla sabbia bianca che ogni anno accoglie migliaia di tartarughe che depongono qui le loro uova.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

(Vedi galleria fotografica)


© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Scritto da
venerdì 30 marzo 2018
Lascia un commento
  • stefano - Puglia esclusa? Pazienza, indubbiamente non c'è mai stata (come in Calabria credo).. Ma nemmeno in Toscana, al Giglio ecc..le mancano un po di giretti. Comunque Italia TOP
  • 

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved