di Mina Barcone

La storia di Vito e Michele: da Bari a Dubai per aprire il ''Panzerotto''
DUBAI - Lo abbiamo raccontato più volte: aprire un'attività ristorativa lontano dalla Puglia esportando le prelibatezze della cucina barese è sinonimo di successo. Basta chiederlo ai giovani fratelli D'Alessio, diventati i "re" dei panzerotti di Milano, al 43enne Gianfranco che sforna focaccia nel centro storico di Valencia e a Michele Fiore, "boss" della pasta fresca nella City di Londra.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Una nuova gustosa conferma di questo trend arriva ora da Dubai, metropoli degli Emirati Arabi Uniti in forte espansione grazie agli introiti del settore petrolifero e del turismo. Qui infatti lo scorso luglio è sorto il "panzerotto" (nella foto), fast food che vende panzerotti fritti, sgagliozze, calzoni, focaccia e altri cibi tipici della gastronomia barese tra i grattacieli della Business Bay, il centro direzionale della zona. I titolari sono il 47enne Michele e il 43enne Vito, cognati provenienti dalla città di San Nicola.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

I due prima di trasferirsi in Medio Oriente lavoravano nel campo della rappresentanza. «Ma a causa della crisi economica abbiamo cominciato a guadagnare sempre meno - racconta Michele -. Così l'anno scorso, tenendo conto dell'esigenza di mantenere le rispettive famiglie, abbiamo preso in considerazione l'opzione di emigrare all'estero».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Così Vito e Michele iniziano a scandagliare Internet alla ricerca di opportunità fuori dai confini nazionali. «Navigando su Facebook ci siamo imbattuti per caso nel gruppo "pugliesi a Dubai" - prosegue Michele - grazie al quale abbiamo stretto contatti con una coppia che da diversi anni gestisce un ristorante italiano proprio nell'emirato. Su indicazione dei coniugi all'inizio del 2016 siamo quindi volati alla volta della città araba, dove la comunità pugliese del posto ci ha fornito tutte le dritte e i contatti per dar vita a un negozio: qui in tal senso la burocrazia è abbastanza "snella"».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Dopo l'esperienza incoraggiante i due imprenditori tornano a casa per collaborare con panettieri e ristoratori esperti baresi, in modo da imparare i segreti del mestiere. Poi effettuano un secondo viaggio in quello che diventerà il nuovo luogo di lavoro. «Eravamo alla ricerca di ulteriori informazioni - continua il 47enne - quando passeggiando per Business Bay abbiamo notato una rosticceria con un'insegna raffigurante un galletto, molto simile al simbolo del Bari calcio. Lo abbiamo interpretato come un segno del destino: era quello il locale da rilevare».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L'importante decisione obbliga i cognati in affari a mettersi all'opera. Subito viene risolto un grosso problema, quello di far arrivare le materie prime dall'Italia. «Strano a dirsi - spiega Vito - ma in questa area abbiamo trovato diversi importatori di prodotti "made in Puglia"». L'esercizio commerciale viene quindi ristrutturato velocemente e adattato a "take away", proprio come le famose catene di fast food.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il "panzerotto" apre così a luglio, dopo soli sei mesi di preparativi. All'inizio i tanti impiegati e professionisti in giacca e cravatta che affollano la zona sono un po' titubanti nel provare i nuovi piatti esotici. Con il passare del tempo però la diffidenza scompare inesorabilmente.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

E Michele ha le idee chiare sui motivi per cui la scommessa è stata vinta. «Usiamo ingredienti semplici e comuni a diverse abitudini culinarie sparse per il mondo - afferma -, riuscendo a soddisfare i palati di tutte le etnie. Il resto lo ha fatto la bontà della tradizione gastronomica barese che pian piano conquisterà anche l'emirato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Mina Barcone
Scritto da
lunedì 5 dicembre 2016
Lascia un commento
  • dammicco michele - Complimenti per il vostro eccellente servizio su PANZEROTTO DUBAI- VITO MEST0 con suo figlio FRANCESCO e IL COGNATO MICHELE PAPARELLA hanno invaso DUBAI CON LA NOSTRA FANTASTICA CUCINA BARESE ed ora, grazie a voi molti altri avranno modo di conoscere questa grande realtà! Bravi tutti!
  • 
  • Anna Rita - Mi piacerebbe sapere il nome del locale. Io vado spesso a Dubai perché il mio ragazzolavora per Emirates. Il posto è Business Bay ma il locale come si chiama? Così possiamo venire io e il mio ragazzo per una serata. Grazie
  • 

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved