di Paola Setteducati

Dal Conservatorio di Bari a New York: la storia del chitarrista Nicola Antonio Staffieri
BARI – Dopo otto mesi un altro giovane musicista barese avrà l’onore di suonare nella Carnegie Hall di New York. Si tratta del 25enne chitarrista Nicola Antonio Staffieri (nella foto). Lui, come la sua collega pianista Annarosa Partipilo, è riuscito a vincere il Golden Classical Music Awards, concorso internazionale che permette di esibirsi nella prestigiosa sala da concerto americana. Lo abbiamo incontrato.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La tua storia inizia come “studente abusivo” a scuola…

Ero alle medie e volevo frequentare l'indirizzo musicale, ma per un inghippo burocratico non avevo potuto sostenere l'esame di ammissione. Ciò nonostante il docente Donato Schena mi consentì ugualmente l'accesso alle sue lezioni come "studente abusivo". Da quel momento cominciai a imparare e a suonare la chitarra classica, strumento da cui non mi sono più separato.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ti stai laureando al Conservatorio. Nel frattempo sei già riuscito a esibirti?

Sì, faccio parte dell'orchestra di chitarre "De Falla" in qualità di mandolinista e suono nel trio "Forbidden sounds". In più ho preso parte a diverse manifestazioni in Italia, Germania e Polonia. Quando sono sul palco mi ispiro ad Andrès Segovia e Julian Bream, grandi interpreti del Novecento.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Parliamo del concorso "Golden Classical Music Awards" che ti permetterà di suonare il 2 novembre prossimo a New York.

Al Golden Classical Music Awards ci sono arrivato grazie all'amica e collega musicista Annarosa Partipilo, vincitrice anche lei del premio nell'edizione 2017 nella categoria giovani pianisti. Mi ha incoraggiato a partecipare e ho inviato il video di una mia esibizione.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Ti aspettavi di vincere?

Mai avrei immaginato di arrivare primo nella sezione "corde", del resto avevo sottoposto lo stesso video anche per altri concorsi e non mi era mai andata bene. Quando lo scorso luglio ho ricevuto la mail che mi comunicava la vittoria sono saltato di gioia dalla sedia.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

È curioso come due studenti del Conservatorio di Bari a distanza di un anno siano riusciti a conseguire lo stesso premio. Si è trattato solo di una coincidenza?

Sì, pura casualità. Anche se è chiaro che va tenuta in conto la solida preparazione che il Conservatorio di Bari fornisce ai suoi studenti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Hai già scelto il brano che eseguirai alla Carnegie Hall?

Più che altro è stata l’organizzazione a scegliere. Mi hanno assegnato uno dei tre pezzi che avevo presentato nel video: "Tombeau de Claude Debussy" di Manuel De Falla. Sono comunque ben contento di suonarla, perché si tratta dell'unico brano scritto dal grande compositore per la “mia” chitarra classica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Paola Setteducati
Scritto da
martedì 16 ottobre 2018
Lascia un commento
  • Emanuele Zambetta - Bravissimi! Tenete alto l'onore di Bari, dell'Italia! W la musica!
  • 

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved