di Marco Montrone, Maria Carmen Cafarella

Pub, a Bari ce ne sono 36: ecco le birre più care e quelle più economiche
BARI – Mettiamo subito le cose in chiaro: nessuno ci ha pagato per scrivere questa inchiesta. Non stiamo facendo pubblicità. Semplicemente, in occasione di un’”uscita di redazione”, ci siamo chiesti quale fosse il miglior locale dove andarsi a prendere una birra senza spendere troppo. Da qui è nata l’idea di disegnare una mappa di tutti i pub di Bari, cercando di capire quali sono quelli più economici e quelli più cari e soprattutto quali sono le dinamiche che portano alla formazione dei prezzi dei prodotti venduti.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Così abbiamo girato per Bari città chiedendo a ogni locale prezzo e tipo di birra offerta. Abbiamo scelto come “prodotto test” la birra (media, bionda, alla spina), che ogni pub degno di questo nome dovrebbe avere. Cosa intendiamo per pub? Locali serali, che offrono soprattutto birra (a differenza dei più eleganti wine bar e american bar) e dove è possibile sedersi e mangiare qualcosa (a differenza delle “cicchetterie” e dei bar serali).Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

A Bari ci sono 36 locali di questo tipo, concentrati in poche zone: essenzialmente Bari Vecchia, Poggiofranco, Picone, più qualcun altro a Carrassi, San Pasquale e Murat. Ebbene, dalla nostra inchiesta è risultato che il prezzo della birra varia molto: dai 3 ai 6 euro (vedi tabella). I motivi? Ogni gestore ci ha dato una versione diversa, vediamo un po’ cosa siamo riusciti a capire.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

L’ubicazione –E’ facile constatare come i locali ubicati a Bari Vecchia e Poggiofranco siano mediamente più cari rispetto a quelli presenti in zone meno frequentate della città. Di fatto i pub più decentrati devono per forza di cose abbassare i prezzi per attirare la clientela, problema che non hanno i locali di Bari Vecchia che, anzi, possono magari alzare i prezzi proprio per “selezionare” l’enorme massa di persone che si concentra soprattutto d’estate tra le piazze e le vie del centro storico.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In più, come afferma il proprietario del Matisse, ubicato in piazza del Ferrarese, «è necessario considerare come gestire un pub a Bari vecchia sia molto oneroso: il costo di affitto del locale, comprese le varie tasse connesse (come la Tarsu) è più alto rispetto a quello degli altri quartieri della città». Vero anche che i locali di Bari vecchia “vivono” solo in estate, di fatto lavorano bene solo per 4-5 mesi all’anno e quindi devono compensare con prezzi più alti i minori introiti “invernali”.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La qualità  - Meno convincente è invece chi giustifica il prezzo più alto della birra con una maggiore qualità (e costo) del prodotto venduto. La maggior parte dei gestori ci ha spiegato che quasi tutte le marche di birra di importazione si equivalgono. Saverio e Roberto, gestori del Factory, affermano con certezza: «Le uniche due birre che costano leggermente più delle altre sono la Carlsberg e la Pilsner Urquell. Per il resto un litro di birra costa ai gestori 4 euro al litro, iva compresa. Quindi, anche applicando la vecchia regola commerciale del 300% di ricarico, una birra media non dovrebbe essere venduta a più di 4 euro».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

La musica dal vivo – C’è anche chi motiva i prezzi più alti con il fatto di offrire musica dal vivo all’interno del proprio locale. Enzo del Tavli, ad esempio dice: «Offro eventi di qualità ai miei clienti, concerti dal vivo e mostre, più volte a settimana. Credo che il prezzo delle bevande sia in linea con quanto mettiamo loro a disposizione». Anche Marco, proprietario del Joy’s tiene a sottolineare: «A differenza di altri pub da noi è possibile assistere a concerti live, presentazioni di libri e ad altri eventi di tipo culturale».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Sarà, ma a Bari ci sono pub che pur offrendo musica dal vivo mantengono i prezzi bassi e non aumentano il coperto. Del resto l’”evento” serve ad attrarre clienti e va a vantaggio del locale stesso.  Fabio e Guido, del Crossroad Saloon, affermano: «Noi offriamo concerti e dj set e non facciamo pagare nemmeno il coperto. Ci piace pensare al nostro pub come un locale che interagisce con chi lo frequenta». Fabio, dell’Ekoinè, dichiara: «Mettiamo a disposizione il locale per eventi live e a breve partirà anche un corso di fotografia. Il nostro pub ormai è diventato come una grande famiglia».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Coperto e servizio – E qui casca l’asino. Alla fin fine è proprio il prezzo del coperto a incidere maggiormente sul prezzo finale dei prodotti venduti. Ci sono tre tipi di pub: quelli che non fanno pagare il coperto ma non offrono il servizio ai tavoli, quelli che fanno pagare il coperto e offrono il servizio e infine quelli che pur servendo il cliente non prevedono il coperto.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Il Bourbon Street non fa pagare il coperto, ma non offre neanche il servizio. «Noi – dice il proprietario - puntiamo a ridurre al minimo i costi di gestione del pub, in modo che il cliente vada a pagare solo per il prodotto che consuma».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Chi invece il coperto lo fa pagare si giustifica dicendo che serve a «coprire le spese extra di gestione, come quelle per il bagno», anche se c’è chi ne dà una motivazione più profonda. «Il coperto serve a disincentivare i clienti che si siedono e non consumano o prendono solo una bottiglietta d’acqua – spiega Antonino, del Dublin House -. Mi è capitato diverse volte di ospitare intere comitive che magari in dieci ordinavano tre birre, occupando il tavolo per ore. Pagando il coperto il cliente prima di sedersi si fa due conti».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Un discorso giusto, che molti gestori condividono, ma che comunque non accettano. Fabio e Guido del Crossroad Saloon sottolineano: « Noi ci ispiriamo ai locali del resto d’Europa, dove il coperto non esiste. Pensiamo che sia giusto così». Saverio e Roberto, del Factory, sono convinti: «Far pagare il coperto è eticamente sbagliato in un pub, visto che non viene offerto nulla quando ci si siede, né acqua, né pane. Spesso – continuano - il coperto serve coprire le spese extra, ma noi non siamo di questo parere.  Ci sono tanti modi per “arrotondare”: basta far pagare gli stuzzichini».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Bene, qui di seguito la lista di tutti e 36 i pub di Bari con i relativi prezzi per la birra. A voi la scelta.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.



LE BIRRE NEI PUB: QUANTO COSTANO A BARI (BIONDA DA 0,40 CL)
 
Nome   Zona Tipo birra Prezzo
in euro
Coperto
in euro
Costo
totale
BOURBON STREET Picone Heineken 3,00* -** 3,00
FACTORY Picone Stella Artois 3,00 - 3,00
JERUSALEM Picone Carlsberg 3,00 - 3,00
L’ALBERO CHE Carrassi Hacker Pschorr 3,00 - 3,00
TORQUEMADA Murat Beck’s 3,00 - 3,00
CROSSROAD  SALOON San Pasquale “alta” Löwenbräu 3,40 - 3,40
STORIE DEL VECCHIO SUD Carrassi Bitburger 3,40 -** 3,40
CAVANBAH PUB Bari Vecchia Forst 3,50 - 3,50
LA CICLATERA Bari Vecchia Beck’s 3,50 - 3,50
REVERSO Bari Vecchia Löwenbräu 3,50 - 3,50
PELLICANO San Pasquale Tucher 3,50 -** 3,50
EKOINE’ Picone Aktien 3,60 -** 3,60
TAVERNA DEL MALTESE Murat Löwenbräu/Beck’s 3,70 - 3,70
LE CHAT NOIR Bari Vecchia Thurn und Taxis 3,00 1,00 4,00
FLYING CIRCUS Bari Vecchia Pilsner Urquell 3,00*** -** 3,00
YOUNGER Carrassi Dab/Cisk 3,00 1,00 4,00
MONTALALUNA San Pasquale Carlsberg 3,50 1,00 4,50
BIRRBANTE Santa Fara Prod.propria 4,50 -**** 4,50
MATISSE Bari Vecchia Staropramen 4,50* 1,00 5,50
DICKENS INN San Pasquale “alta” Beck’s 4,00 1,00 5,00
DUBLIN HOUSE Carrassi “alta” Bitburger 4,00 1,00 5,00
IN BOCCA AL LUPPOLO Bari Vecchia Pilsner Urquell 4,00 1,00 5,00
LA FARMACIA DEI SANI Murat Bières de Brabant 5,00* 1,00 6,00
LE MURA Bari Vecchia Dab 4,00 1,00 5,00
OKTOBERFEST Poggiofranco Raderberger 4,00 1,00 5,00
MALTO’S Poggiofranco Paulaner 4,50* 1/1,50/2 5,50/6,50
LA BITTA Bari Vecchia Bitburger 5,50* 1,00 6,50
ANIENE Bari Vecchia Gordon 4,50 1,00 5,50
PARILLA DE JUAN Bari Vecchia Bass lager 4,00 1,00/2,00 5,00/6,00
TAVLI Bari Vecchia Brand 4,50 1,00 5,50
TERRA DI MEZZO Picone Spaten 5,00* 1,50 6,50
UASCEZZ Bari Vecchia Menabrea 4,00 1,50 5,50
WINDIGO Poggiofranco Warsteiner 4,50 1,00 5,50
STUART Madonnella Tennent's 4,50* 2,00 6,50
FERMENTO Poggiofranco A rotazione 4/4,50 1,50 5,50/6,00
JOY’S PUB Madonnella Harp 5,00 1,00 6,00
 

  * birra da 0,50 cl
** senza servizio
*** birra da 0,30 cl
**** se si mangia si paga il coperto da 1 euro
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Marco Montrone
Scritto da
lunedì 6 maggio 2013
Scritto da
lunedì 6 maggio 2013
Lascia un commento
  • remo - Comunque vi manca un Pub storico...controllate
  • 
  • Pammer - Si parla di Pub, che ci sta a fare Fermento? La filosofia del posto non è quella del pub ma piuttosto simile a un luogo dove comprare la birra per degustarla a casa. Aggiungo inoltre che non sempre sono presente nello spillatore birre chiare e non sempre birre che si possono ridurre alla semplice dizione "birra bionda"...
  • 
  • BARINEDITA - per PAMMER....noi ci siamo andati, ci siamo seduti, abbiamo mangiato, abbiamo bevuto. non abbiamo avuto l'impressione di essere in un negozio. per REMO.....no.....li abbiamo messi tutti!!! tranne i circoli Arci dove è necessario fare la tessera per entrare....
  • 
  • Giò - Manca Gulp, a poggiofranco
  • 
  • FABIO - Il Windigo Saloon è il miglior pub della città che offre una marea di birre di altissima qualità...l'unico che conta 300 e passa birre
  • 
  • Giò - Cos è, uno spot per Gulp? :)
  • 
  • BARINEDITA - Gulp non rientra.....
  • 
  • remo - Fidati che manca...inizia con "Tr"...comunque fate anche un articolo/inchiesta sulla musica live nei locali di Bari ;-)
  • 
  • Marco - Sarei d'accordo con questo articolo se non leggessi una vena polemica dalla prima all'ultima parola, tra l'altro, dichiarando inesattezze. Intanto, il 300% di 2 euro non è 4 euro. (La matematica!!!) Si cerca, dove si può, di mantenere un prezzo ragionevole di mercato, magari recuperando con altro. Vabbè. Detto questo, non tutte le birre CHIARE hanno gli stessi prezzi. Un'escursione di 20 euro per fusto (talvolta anche più, considerando che NON TUTTI I FUSTI sono da 30 lt) cambia il prezzo finale di una birra. Il fatto che un locale sia diverso (per fortuna!) per prezzi e gestione, dà la possibilità a chi cerca determinate caratteristiche, di poter scegliere. E’ chiaro che, chi non offre il servizio al tavolo abbia dei costi di gestione differenti, così come la grandezza di un locale, spesso, ne determina le spese. La musica dal vivo è da elogiare in una Bari spenta e monotona. Vogliamo collaborare a far crescere questi posti, o vogliamo solo lamentarci del fatto che niente funzioni e che non ci sia mai niente da fare? Scegliere di lavorare sulla qualità o sulla quantità, è una scelta prettamente personale e dipende dal singolo gestore. Ora, non voglio entrare nello specifico di quelle che spesso non vengono neanche viste dagli avventori come spese ma, trovo l’articolo superficialotto e un po’ dispettoso, come un bimbo capriccioso. Per fortuna, lo si evince dai commenti, queste chiacchiere da bar non toccano i frequentatori dei pub che, probabilmente, cercano il pub, non il volo low cost.
  • 
  • BARINEDITA - per REMO..."tr..." HA CHIUSO! per Marco. la polemica non è nostra. abbiamo fatto parlare tre diverse tipologie di locali che trattano il coperto diversamente e ognuno ci ha dato una versione condivisibile. Anche noi crediamo che non tutti i locali siano uguali, ma mica potevamo fare delle recensioni!!! Ed è pur vero che c'è chi non offre granchè e mantiene i prezzi alti e al contrario chi ti offre una buona birra, il servizio e chiede in cambio il giusto. Alla fine comunque è il cliente che decide. Noi in questo articolo abbiamo solo tentato di far capire che ci sono delle differenze notevoli (di prezzi, di coperto, di filosofia) e ci piaceva l'idea di fare una "mappa" dei locali baresi. Purtroppo gli italiani sono abituati sempre a dare un "senso politico" agli articoli. Noi ci siamo solo limitati a fornire i prezzi e a sentire i gestori, riportando i commenti che ci sembravano più significativi. ps: "il 300% di 2 euro non è 4 euro. (La matematica!!!)". Appunto, i numeri sono importanti: chi ha mai scritto 2 euro?
  • 
  • Marco - "Per il resto un litro di birra costa ai gestori 4 euro al litro, iva compresa. Quindi, anche applicando la vecchia regola commerciale del 300% di ricarico, una birra media non dovrebbe essere venduta a più di 4 euro". Pierino va al mercato. Un litro di birra gli costa 4 euro, ma lui ne vuole solo mezzo. Quanto costa a Pierino la birra? (La risposta dovrebbe essere 2 euro, per mezzo litro. Applica sul mezzo litro, ovvero 2 euro, un ricarico di 300%, quanto fà?)
  • 
  • BARINEDITA - Abbiamo chiesto a Pierino...ci ha risposto: Se un litro costa 4 euro (iva compresa), 0,40 costeranno al gestore 1,6 euro (iva compresa). Togliendo l’Iva arriviamo a 1,26 euro. Moltiplicando per 3 (il ricarico) abbiamo 3,78 euro. E quindi la dichiarazione la birra “non può costare più di 4 euro” è giusta.
  • 
  • luca - Va bé ma non è corretto così...il paragone deve essere fatto sulle stesse birre. E' ovvio che la hard costa di più Heineken. A me sconvolge. magari, il prezzo della Menabrea alla Uascezz, che sta addirittura 4 euro. Insomma, il paragone su dove sia più conveniente è fatto male. Poi non tenete presente un altro aspetto, che magari un bevitore di birra preferisce spendere un euro di più ma bere una birra di qualità piuttosto che farsi frecare con una Heineken a 3 euro. Quindi alla fine la convenienza potrebbe essere ribaltata e alla fine essere più economico comprare una Harp a 5 euro...insomma...inchiesta bocciata.
  • 
  • BARINEDITA - per questo abbiamo messo il tipo di birra.....così il lettore si può rendere conto (detto comunque che a parte 1-2 eccezioni in negativo e in positivo, le birre alla spina si equivalgono).
  • 
  • giovanni lamorgese - Sono un 'antico' bevitore di buona birra, nonchè 'attento' frequentatore dei pubs baresi. Io credo [e mi si passi il 'credo'(!)] che nella città di Bari la birra, e quando parlo di birra mi riferisco a quella 'seria', si beve solo allo STUART!! Peccato che sia stato escluso dalla lista dei 36!!! (IO LO AVREI MESSO COME ).
  • 
  • giovanni lamorgese - continua.....'IO LO AVREI MESSO COME PUB '. Sarei grato alla redazione di BARINEDITA se volesse rispondere al mio messaggio.
  • 
  • BARINEDITA - infatti giovanni l'abbiamo messo come pub....è comunque nella lista
  • 
  • BARINEDITA - Remo, il tr....è anche ristorante-pizzeria. basta andare sulla loro pagina fb per vedere...
  • 

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved