di Nicola Imperiale

Bari e i cassonetti svuotati di notte: «Rumore infernale, ci svegliamo di soprassalto»
BARI – «Mi sveglio ogni notte alle 4: il rumore dei camion dell’Amiu che svuotano i cassonetti è troppo forte. Eppure la mia casa è dotata di infissi in vetrocamera: ma non servono a nulla contro quel baccano infernale». A parlare è il 40enne Amedeo, residente in corso Sonnino, che denuncia un problema a cui molti baresi sono ormai abituati da anni: il frastuono provocato dalla raccolta dei rifiuti per strada. Servizio che avviene in varie fasce d’orario durante la giornata, ma che in alcuni quartieri si svolge anche e soprattutto di notte.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

I rioni interessati dalla raccolta notturna sono quelli con le strade più strette: Carrassi, San Pasquale, Madonnella e parte di Libertà e Murat. Qui infatti sarebbe impossibile scaricare i bidoni durante il giorno, a meno di non bloccare il traffico delle auto.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«Sì ma allora perché non svolgere questo servizio magari in tarda serata o la mattina presto, quando comunque ci sono meno macchine ma non si è nel pieno del sonno?», si chiede Francesca, che abita a San Pasquale.Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

«In realtà esistono già dei turni serali e mattinieri – rispondono fonti interne all’Amiu – ma non bastano quelli a “coprire” tutta la città: i mezzi sono pochi e quindi per completare il lavoro è necessario estenderlo anche di notte. In più i compattatori hanno una capienza limitata, pertanto una volta riempiti tornano alla “base” nella Zona Industriale, scaricano e ritornano in centro. Si tratta di un servizio molto lungo che deve essere “spalmato” su più ore della giornata».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

E quindi per molti baresi non resta che arrendersi al fatto di dover essere strappati al sonno ogni notte.  «Ma possibile che non si possa fare nulla? – si domanda Lucia, che risiede in corso Italia -. I camion passano fra l’una e le tre, svegliandomi di soprassalto e in estate sono costretta a stare con le finestre chiuse soffrendo il caldo».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.


Amedeo ci ha addirittura spedito un video in cui oltre a sentirsi il fracasso provocato dai mezzi dell’Amiu si vede un fonometro rilevare picchi superiori agli 80 decibel. 

«Il macchinario non è professionale, ma comunque “a orecchio” si capisce che quel rumore supera il limite imposto dalla legge – afferma Massimo Nuovo, tecnico in fonometria di tipo ambientale –. Secondo la norma 447/95 e successive modifiche, durante le ore notturne un qualsiasi suono non dovrebbe andare oltre i 40 decibel (35 se si è in prossimità di luoghi sensibili come un ospedale). Il rumore provocato dalla raccolta dei rifiuti oltrepassa abbondantemente questo paletto, anche se per pochi istanti».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Quindi il Comune di Bari sarebbe di fatto “fuori legge”. «Ma solo in teoria però – avverte Nuovo -. Quando si parla di rumori da cui difendersi ci si riferisce sempre al baccano provocato da privati, non certo dagli enti pubblici. Anzi, il Comune può prevedere deroghe al superamento dei limiti prefissati: per feste patronali, concerti e anche per il servizio di un’azienda municipalizzata».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

In realtà il problema vero è che il rumore per poter essere considerato tale e quindi “denunciabile” deve essere ripetuto e continuo, arrivando a superare i 4-5 minuti, mentre i camion della spazzatura esauriscono il loro servizio in un minuto.  «Il disagio è troppo breve – conclude Nuovo – nessun tecnico del Comune lo classificherebbe come vero e proprio “inquinamento acustico”. I baresi se ne dovranno fare una ragione».Notizia pubblicata sul portale barinedita.it e di sua proprietà.

Nel video un fonometro rileva il rumore provocato dalla raccolta dei rifiuti in corso Sonnino:


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA Barinedita



Nicola Imperiale
Scritto da
venerdì 7 ottobre 2016
Lascia un commento

Powered by Netboom
BARIREPORT s.a.s., Via Fiume 18/20
70127 Bari (BA) - Copyright BARIREPORT s.a.s. All rights reserved